Magnetoterapia - Naturopatiacensani

Vai ai contenuti

Menu principale:

Metodiche

  Il trattamento con i magneti è una tecnica naturopatica molto importante che si basa sull’utilizzo di campi magnetici a bassa intensità per riequilibrare stati di scompenso energetico che sono alla base di tante manifestazioni con sintomatologia dolorosa, infiammatoria oppure in stati iperattivi o ipoattivi.


  Ben sappiamo che il nostro stato di benessere dipende dal regolare flusso energetico che scorre in noi; l’equilibrio psico-fisico che tanto cerchiamo e desideriamo è dato da un continuo riarrangiamento di energie interiori ed esteriori ed ogni volta che, per motivi vari, si genera un ostacolo od un blocco a questo flusso, ecco che si creano zone con eccesso di energia e altre zone in carenza di energia.

  Questa disparità fra punti ad energia diversa è la base per l’instaurazione dello squilibrio profondo che poi col tempo si trasformerà in fastidio/sintomo e alla fine, se non trattato, si manifesterà come malattia.

  La Magnetoterapia utilizza l’energia primordiale del campo magnetico per attenuare lo squilibrio energetico presente in una data zona corporea e per ripristinare quindi il normale e regolare flusso delle energie nel nostro essere.


  Il magnetismo è una energia propria della Materia in quanto lo ritroviamo intimamente connesso alle proprietà dell’atomo, lo troviamo espressione dell’energia profonda della Terra ed in interconnessione simbiotica con ogni fenomeno elettrico.

  Ma il magnetismo è anche una proprietà insita nelle nostre forme più sottili, come il pensiero e lo spirito, che possiedono una valenza energetica più rarefatta ma non per questo meno importante per la nostra vita. Basta considerare che ogni pensiero che facciamo, sia esso muovere un muscolo o fare un sogno, si basa sulla trasmissione di un impulso elettrico; ebbene così ogni impulso neuronale è quindi insieme anche un’onda magnetica.

  Il campo magnetico è anche espressione della “polarità” a cui noi, come esseri umani, siamo soggetti continuamente; ebbene esso ci offre anche l’esempio che l’unione degli opposti è l’unica via per ritrovare l’”Unità” a cui tendiamo: basta infatti avvicinare i due apici a polarità opposte di due magneti per far si che essi, attraendosi, si congiungano e si uniscano per generare una nuova zona, neutra e priva di polarità, quindi di differenze!


  Il trattamento magnetoterapico si svolge applicando sulle varie zone interessate, la faccia di un magnete a polarità positiva o negativa, a seconda delle modalità necessarie al trattamento. Possono trovare giovamento a questo tipo di applicazione le forme dolorose e tensive neuro-muscolari, osteo-articolari, le fasi infiammatorie e gli stati di iper o ipo energia.

  Una metodologia quindi profondamente naturale, in sintonia con l’essenza dell’Uomo, per il riequilibrio energetico di ogni scompenso, fastidio, carenza o eccesso.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu